C’era una volta un grande naviglio

Qualche giorno fa sono capitato per sbaglio su un servizio del tg5 che raccontava di tutta quella marmaglia che si è spostata all’Isola del Giglio soltanto per farsi fotografare vicino al relitto della Costa Crociere. Il fenomeno si chiama in gergo ‘turismo dell’orrore’ ed è, ahimè, molto italiano.

Pervaso da un forte senso di schifo, in quel momento ho pensato: se mia figlia avesse quattro anni e mi chiedesse spiegazioni su quello che sta succedendo, come potrei risponderle? Forse così…

...LEGGI TUTTO

Il derby tricolore

A tutti gli amanti del calcio sottopongo questo racconto ambientato nel II dopoguerra, che narra, attraverso ricostruzioni storiche e vicende personali poco conosciute, i primi anni di gloria del Grande Torino.
Il racconto è stato pubblicato sull’antologia ‘Imaginarium – 3 colori per la 3’ ed è risultato tra i finalisti dell’omonimo concorso organizzato dal Comune di Torino, dalla Circoscrizione 3, dall’Ass. Sushi e sponsorizzato dal Salone del libro.

N.B. Mi considero uno juventino doc, ma sono soprattutto un amante del calcio e il Grande Torino per diversi anni (non abbastanza purtroppo) ha rappresentato la quintessenza del Calcio.

 

Clicca sulla copertina per leggere il racconto in formato e-book
Il derby tricolore (da Imaginarium)

...LEGGI TUTTO

Spam-mare nostrum

Ok, lo ammetto, circa dodici anni fa ci sono cascato la prima volta. Lei era Bielorussa appena sbarcata in Italia, con una storia tragica alle spalle, lutti, gravi malattie, povertà estrema. Drammi che l’avevano segnata in modo indelebile ma solo dentro perché fuori restava una gnocca di immacolato splendore. Almeno a giudicare dalla foto che mi aveva inviato per e-mail. Le ho risposto in inglese stentato offrendole la mia salda mano per riaggrapparsi tenacemente alla vita e uscire da questa situazione intricata…

...LEGGI TUTTO

Il gioco delle differenze #1

Ecco a voi, seulement pour jouer, le dieci differenze tra un romanziere e un copywriter:

1. Il romanziere non vede l’ora che qualcuno gli chieda ‘Che lavoro fai?’. Il copy* evita accuratamente che gli venga posta quella domanda (anche da amici e parenti), inventando una serie di diversivi in base al grado di confidenza.

2. Il bravo romanziere è conosciuto dai più, il bravo copy è conosciuto da tutti, ma solo in pochi sanno chi è.

...LEGGI TUTTO